Socialize

Trinidad e Tobago: dichiarato lo stato d’emergenza

    di  .  Scritto  il  23 Agosto 2011  alle  16:00.

Nel tentativo di porre un freno all’ondata di crimini collegati al narcotraffico, il governo di Port of Spain ha dichiarato lo stato d’emergenza: “Non saremo ostaggio di gruppi di teppisti intenzionati a creare il caos nella nostra società” ha detto la primo ministro, Kamla Persad Bissessar, annunciando in televisione la sospensione di alcune garanzie costituzionali.

La misura include l’imposizione di un coprifuoco e facoltà aggiuntive alle forze dell’ordine e ai militari per effettuare operazioni contro la criminalità, per fermare “atti ingiustificabili di violenza e anarchia” ha aggiunto Bissessar, spiegando che gli ultimi 11 omicidi contati solo lo scorso fine-settimana hanno motivato la decisione.

“Nessuno di noi può continuare a svegliarsi ogni mattina per vedere versato il sangue dei nostri figli: è arrivato il momento di agire in modo deciso” ha aggiunto la primo ministro. Secondo le autorità, l’aumento della violenza sarebbe legato alle recenti operazioni anti-droga che hanno portato a ingenti sequestri di stupefacenti nel sud del paese, a cui sono seguite rappresaglie contro la polizia. Trinidad e Tobago rappresenta una rotta frequente per la cocaina sudamericana destinata agli Stati Uniti e all’Europa.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *