Socialize

Sudan: Blue Nile, combattimenti al confine col Sud Sudan

    di  .  Scritto  il  2 Settembre 2011  alle  16:02.

Combattimenti tra militari di Khartoum e unità dell’Esercito di liberazione popolare del Sudan (Spla), una milizia radicata a livello locale e vicina al partito al governo nel nuovo Stato indipendente del Sud, sono avvenuti questa notte nella regione frontaliera del Nilo Blu.

Lo riferiscono fonti giornalistiche locali, citando Malik Agar, governatore locale e dirigente del braccio politico dell’Spla, il quale ha denunciato che soldati dell’esercito sudanese avrebbero cominciato a bombardare la sua abitazione nel capoluogo Damazin dopo uno scontro a fuoco con alcuni militanti.

Opposta la versione fornita dalle Forze armate di Khartoum, che hanno denunciato un’aggressione da parte dell’Spla.

Secondo Yasir Arman, Segretario Generale del Splm-n, l’esercito Sudanese l’attacco di questa notte (che oltre all’abitazione del governatore ha riguardato anche strutture militari) era stata preceduta nei giorni scorsi dal dispiegamento di una rinforzi militari e più precisamente, una brigata di fanteria, 12 carri armati e 40 veicoli armati.

Il Nilo Blu si trova alla frontiera con il Sud Sudan, divenuto indipendente da Khartoum il 9 luglio dopo una guerra civile di oltre 20 anni. Nella regione la presenza dell’Spla e la diffidenza nei confronti del governo sudanese sono tradizionalmente forti.

Secondo il quotidiano “Sudan Tribune”, l’inizio di un conflitto nel Nilo Blu determinerebbe un allargamento della crisi cominciata in Sud Kordofan, una regione vicina dove le Forze armate di Khartoum hanno lanciato a giugno un’offensiva per disarmare o respingere a sud i militanti dell’Spla.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *