Socialize

Indonesia: Ambon, voci provocano scontri tra cristiani e musulmani

    di  .  Scritto  il  12 Settembre 2011  alle  13:01.

È di cinque morti e almeno 80 feriti il bilancio ancora parziale, e destinato a crescere, dei disordini in corso da ieri nella città orientale di Ambon ed esplosi per una voce priva di fondamento.

Lo riferiscono i principali media indonesiani, precisando che da ieri gruppi di giovani musulmani e cristiani sono protagonisti di attacchi, atti di vandalismo e scontri in varie zone della città.

Secondo la ricostruzione effettuata dalla polizia, le violenze sono iniziate ieri dopo la morte di un tassista musulmano, deceduto in un banale incidente stradale.

In una serie di messaggi telefonici (sms) circolati tra la popolazione, però, la morte del tassista è stata trasformata da incidente in un omicidio commesso da cristiani, provocando così la reazione e gli scontri iniziati durante i funerali dell’uomo.

Abitazioni, esercizi commerciali e automezzi sono stati dati alle fiamme e oggi il governo di Jakarta ha deciso di inviare l’esercito e i carri armati, a sostegno della locale polizia già dispiegata in forze, per tentare di riportare la situazione sotto controllo.

Ambon è il capoluogo della provincia delle isole Molucche ed è spesso teatro di violenze in cui le motivazioni religiose si mischiano a quelle etniche, sociali e politiche dando vita a una miscela esplosiva che tra il 1999 e il2002 haprovocato almeno 5000 morti e mezzo milioni di sfollati.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *