Socialize

Messico: Guerrero, ritrovato morto il deputato rapito

    di  .  Scritto  il  19 Settembre 2011  alle  9:25.

È stato ritrovato nel fine settimana il corpo senza vita del deputato federale messicano Moisés Villanueva, sequestrato lo scorso 4 settembre da ignoti.

Lo hanno fatto sapere le autorità messicane, precisando che il cadavere è stato rinvenuto nello stato di Guerrero (sud del paese) insieme a quello del suo autista ed entrambi risultavano in avanzato stato di decomposizione.

“I due corpi rinvenuti nel municipio di Huamuxtitlán, nella zona montuosa dello stato di Guerrero, corrispondono a quelli del deputato Villanueva e del suo autista, Eric Estrada” ha detto in una conferenza stampa il procuratore di Guerrero.

Dall’autopsia è emerso che entrambi sono stati uccisi da vari colpi di pistola alla testa.

Villanueva occupava il seggio numero 500 (su un totale 500) della Camera dei deputati e apparteneva al Partito rivoluzionario istituzionale (Pri) ex partito di governo messicano per oltre 70 anni ora all’opposizione.

Dal 2006, quando il presidente messicano Felipe Calderon ha assunto il potere e dichiarato guerra al crimine organizzato, circa 50.000 soldati sono usciti dalle caserme per svolgere compiti di polizia e affrontare le bande criminali (spesso legate al narcotraffico) attive in varie zone del paese.

Nonostante questa strategia di militarizzazione (criticata da ampi settori della società civile e della vita politica messicana) negli ultimi cinque anni il Messico ha registrato oltre 41.000 morti violente legate al narcotraffico, secondo le stime delle organizzazioni per la difesa dei Diritti Umani.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *