Socialize

Messico: Veracruz, il narcotraffico “semina” 35 cadaveri per strada

    di  .  Scritto  il  21 Settembre 2011  alle  15:21.

Almeno 35 cadaveri sono stati abbandonati ieri sera nei pressi di una delle principali strade di Boca del Rio, municipio della cintura urbana della città portuale sud-orientale di Veracruz, capoluogo dell’omonimo stato del Messico.

I corpi di 23 uomini e 12 donne sono stati lasciati volontariamente alla pubblica vista, alcuni distesi sull’asfalto altri all’interno di due camionette, parcheggiate a pochi metri da uno dei principali centri commerciali della zona.

Le autorità locali ritengono che tutte le vittime siano membri della banda dedita al narcotraffico de Los Zetas, dal momento che sette dei 35 cadaveri finora identificati corrispondevano ad altrettanti ex esponenti del noto cartello messicano.

Responsabili della mattanza, sempre secondo le prime dichiarazioni delle autorità di polizia locali, sembrerebbero essere i membri dell’organizzazione rivale: il cartello del Golfo.

Tuttavia le testimonianze oculari delle molte persone che alle 17:00 ora messicana (la mezzanotte in Italia) affollavano la zona lasciano spazio anche a ricostruzioni differenti.

Alcuni automobilisti hanno raccontato ai media locali che uomini col volto coperto e con indosso uniformi militari hanno bloccato ieri la strada Manuel Avila Camacho puntando le armi contro i passanti e poi hanno scaricato i corpi prima di fuggire.

La polizia ha fatto sapere di star esaminando alcuni filmati ripresi dalle telecamere presenti nell’area.

Molti media messicani ricollegano poi il ritrovamento dei corpi con l’evasione, avvenuta solo il giorno prima, di 32 detenuti fuggiti lunedì contemporaneamente da tre differenti carceri dello stato di Veracruz e dei quali solo 14 erano stati nuovamente catturati.

Altri mezzi di comunicazione, tra i quali il diffusissimo quotidiano Reforma, pongono la notizia del ritrovamento dei cadaveri in collegamento diretto con la Conferenza nazionale della Giustizia che tra poche ore si terrà proprio a Boca del Rio per discutere di narcotraffico e della violenza ad esso legata, alla quale parteciperanno tutti i procuratori del paese.

Reforma titola infatti “sfidano il vertice e gettano in strada 35 cadaveri”, evidenziando come il luogo del ritrovamento dei corpi non è molto distante dall’hotel in cui si terrà la Conferenza.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *