Socialize

Basi segrete per droni Usa in Africa e Penisola Arabica

    di  .  Scritto  il  22 Settembre 2011  alle  3:00.

L’amministrazione Obama avrebbe avviato negli ultimi due anni la costruzione di una serie di basi segrete destinate ad ospitare droni, gli aerei senza pilota utilizzati in Iraq e Afghanistan, in Africa e nella penisola Arabica.

Lo sostiene un servizio del Washington Post nel quale sono riportate le dichiarazioni di un funzionario statunitense che ha chiesto di restare anonimo e che ha precisato che una delle basi si trova in Etiopia, con lo specifico compito di occuparsi degli esponenti dell’opposizione armata attivi in Somalia e tra le cui fila, secondo gli Usa, si troverebbero elementi della jihad internazionale.

Un’altra base, già realizzata, si troverebbe nell’arcipelago dell’Oceano Indiano delle Seychelles; anche questa struttura avrebbe il compito di occuparsi della Somalia e dello Yemen.

Droni operativi, sia in operazioni di ricognizione che in operazioni di attacco dopo essere stati armati dei missili predisposti, sarebbero già partiti per la Somalia e lo Yemen anche dalle basi americane a Gibuti.

Secondo la stessa fonte, inoltre, la Cia starebbe costruendo una pista d’atterraggio segreta nella penisola arabica per occuparsi dello Yemen.

Sempre ieri, il Wall Street Journal scriveva che l’esercito statunitense ha intenzione di dispiegare una nuova forza di droni armati in Africa orientale, facendo fare un salto di livello alla campagna già in atto da alcuni anni destinata a colpire precisi bersagli tra i “militanti islamici” attivi nella regione ed espandere l’attività di raccolta di intelligence.

Nella sua prima apparizione da direttore della Central Intelligence Agency (Cia, i servizi segreti statunitensi) il generale in pensione David Petraeus ha definito il gruppo con sede in Yemen ‘Al-Qaeda nella penisola arabica’ (noto con l’acronimo anglosassone di AQAP) come “il nodo regionale più pericoloso nella jihad globale”, spostando il cuore del terrorismo dal sud-est asiatico all’area compresa tra la penisola arabica e l’Africa orientale.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *