Socialize

Stati Uniti: meloni contaminati, aumenta bilancio vittime per listeriosi

    di  .  Scritto  il  5 Ottobre 2011  alle  10:52.

Negli Stati Uniti è salito a 18 il numero di persone morte e a 100 quelle malate dopo aver mangiato meloni infetti dal batterio della listeria.

Lo hanno fatto sapere le autorità sanitarie Usa, diffondendo un nuovo bilancio ufficiale, nel quale si presentano in dettaglio i casi registrati e che finora hanno interessato 20 stati della federazione.

Le autorità temono che durante il mese di Ottobre il numero di casi sia inevitabilmente destinato a crescere, dal momento che, ha spiegato il direttore del Centro per le malattie infettive Thomas Frieden, le persone possono mostrare i primi sintomi di listeriosi fino a due mesi dopo aver consumato l’alimento contaminato e visto che il batterio è capace di sopravvivere per settimane anche a basse temperature.

Per questo le autorità sanitarie hanno chiesto ieri alla popolazione di evitare il consumo di meloni.

A differenza di molti microrganismi trasmessi con gli alimenti, che causano principalmente malattie gastrointestinali, Listeria monocytogenes dà luogo a manifestazioni invasive come meningite, setticemie e morte fetale.

Secondo le informazioni in circolazione, i meloni infettati vengono distribuiti dall’azienda Jensen Farms che serve almeno una ventina di stati americani e che esporta anche in molti paesi stranieri.

Dopo una serie di indagini, le autorità Usa stanno sospettando che l’infezione possa essersi propagata anche a aun carico di lattuga romana proveniente dalla stessa azienda. Per questo motivo, quasi 2500 casse di prodotto sono state ritirate dal mercato.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *