Socialize

India: sospesa condanna a morte attentatore di Mumbai

    di  .  Scritto  il  10 Ottobre 2011  alle  13:07.

È stata sospesa la condanna a morte di di Ajmal Kasab, l’unico militante islamico catturato vivo dopo l’attacco terroristico di Mumbai del novembre 2008.

Lo ha reso noto la Corte Suprema indiana precisando che si tratta di una prassi giuridica dovuta a causa della richiesta d’appello.

Kasab, cittadino pachistano di 23, aveva infatti presentato un ricorso contro la pena capitale che era già stata confermata in secondo grado dall’Alta Corte di Mumbai lo scorso febbraio con l’accusa di omicidio, atti di guerra contro l’India, sedizione e terrorismo contro lo Stato.

Il massimo organo giudiziario indiano ha chiesto allo stato del Maharashtra di fornire il parere sulla richiesta.

Nella strage che colpì un albergo di lusso, un ristorante, una stazione ferroviaria e un centro ebraico, compiuta da un commando di dieci uomini giunti via mare, morirono 166 persone e più di 300 rimasero ferite.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *