Socialize

Myanmar: rilasciati prigionieri politici dopo l’annuncio dell’amnistia

    di  .  Scritto  il  12 Ottobre 2011  alle  9:29.

Almeno 70 prigionieri politici sono stati liberati oggi in Myanmar dando seguito all’annuncio di una amnistia fatto ieri dalla giunta militare al potere che riguarderà un totale di 6359 persone. Secondo fonti vicine all’opposizione birmana che fa riferimento al sito di informazioni Mizzima, potrebbero essere almeno 300 i prigionieri politici liberati entro qualche giorno.

Tra le persone già in libertà c’è il noto umorista satirico Zarganar che dal 2008 si trovava in carcere per aver criticato la risposta del governo all’emergenza seguita al passaggio del ciclone Nargis. Zarganar avrebbe dovuto scontare una pena di 35 anni, in queste ore avrebbe già raggiungo in aereo Yangoon, l’antica capitale.

Alla notizia dell’amnistia è stata data parecchia enfasi da tutti i media statali, sia da quelli in lingua inglese come The new light of Myamar sia dalla televisione pubblica e dagli altri media locali. Secondo stime correnti dell’Associazione per l’assistenza ai prigionieri politici, sono circa 2000 i prigionieri di coscienza, detenuti in 42 carceri e 109 campi di lavoro. Nei mesi scorsi il presidente Thein Sein aveva amnistiato altre 20.000 persone ma l’opposizione aveva denunciato che solo alcune di queste erano prigionieri politici.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *