Socialize

Cile: studenti non desistono, annunciate nuove proteste

    di  .  Scritto  il  25 Ottobre 2011  alle  10:46.

Due nuove giornate di protesta, con la partecipazione di tutti i settori sociali del paese, sono state annunciate dagli studenti da mesi impegnati in un braccio di ferro col governo del Cile per modificare le politiche in materia di educazione pubblica.

In una conferenza stampa, la Confederación de Estudiantes de Chile (Confech) ha precisato che la prima manifestazione si terrà il 5 novembre e avrà un carattere sociale e familiare, mentre la seconda si terrà l’8 novembre nella città di Valaparaiso (centro del paese) dove si trova la sede del parlamento cileno che, proprio in quella data comincerà l’esame del progetto di legge finanziaria per il 2012, nel quale sono incluse molte delle decisioni relative al settore dell’educazione criticate da studenti (medie superiori e universitari) e professori.

“Il governo sta scommettendo sul nostro scioglimento, ma il nostro movimento non si scioglie” ha detto ai giornalisti la portavoce e una delle leader del movimento, Camila Vallejo.

Le proteste degli studenti sono iniziate a Maggio per chiedere maggiori investimenti nella scuola, un’istruzione gratuita e modifiche sostanziali al modello di sviluppo scelto dal governo per il settore educativo, che, secondo gli studenti, favorisce le classi più abbienti (favorendo le scuole private) e trasforma la cultura in un prodotto commerciale.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *