Socialize

Boom cellulari, l’Africa in vetta alle classifiche mondiali della telefonia mobile

    di  .  Scritto  il  9 Novembre 2011  alle  9:58.

L’Africa è diventata il secondo principale mercato mondiale per la telefonia cellulare, dopo l’Asia.

A certificarlo è la GSMA, l’associazione di categoria che riunisce le 200 principali aziende del pianeta in materia di telefonia mobile, che ieri ha diffuso il suo primo rapporto di osservazione sull’Africa (GSMA Africa Mobile Observatory 2011) nel quale si definisce “una pietra miliare” il dato fatto registrare quest’anno e che fissa a 649 milioni le connessioni cellulari nel continente.

Secondo lo studio il numero di abbonati in Africa è cresciuto negli ultimi 5 anni al ritmo del 20% ogni anno e, se la tendenza resterà uguale, alla fine del 2012 saranno oltre 735 milioni i contratti della telefonia mobile in Africa.

Il 96% degli abbonamenti è composto da carte prepagate con servizi voce, anche se l’acquisto di pacchetti che includono il servizio dati continua ad aumentare stabilmente.

Il giro d’affari della telefonia cellulare al momento genera circa 56 miliardi di dollari, ovvero il 3,5% dell’intero Prodotto interno lordo (Pil) del continente e, sottolinea lo studio, garantisce lavoro a circa 5,4 milioni di africani, impiegati direttamente e indirettamente nel settore mobile.

Secondo l’Osservatorio del GSMA, comunque, l’Africa presenta ancora un “gigantesco potenziale non sfruttato”, con il 36% degli africani dei 25 principali mercati continentali che non ha ancora sottoscritto contratti di telefonia mobile.

Sudafrica, Kenya e Nigeria (che con 93 milioni di abbonati rappresenta il 16% dell’intero mercato) sono i tre maggiori mercati africani.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *