Socialize

Nokia Siemens taglierà 17.000 posti di lavoro

    di  .  Scritto  il  24 Novembre 2011  alle  7:00.

Nokia Siemens Networks taglierà 17.000 posti, il 23% della sua forza lavoro. L’operazione farà risparmiare alla joint venture un miliardo di euro, spiega un portavoce.

Nokia, di proprietà finlandese, e Siemens, tedesca, devono affrontare la dura concorrenza di rivali del calibro della cinese Huawei e della svedese Ericsson.

I proprietari di Nokia e Siemens stanno considerando l’ipotesi di scindere l’unione dei due colossi della telefonia: “Si tratta di una nuova strategia per rilanciare in borsa entrambe le aziende, e ciò non può essere fatto con l’attuale assetto societario”, ha dichiarato Jari Honko, analista della Swedbank.

Lo stesso amministratore delegato di Nokia Siemens Networks, Rajeev Suri, ha definito le ultime manovre adottate dal gruppo “drastiche ma necessarie”. “Nokia e Siemens hanno piani differenti per il futuro, occorre agire ora per migliorare i risultati”, ha aggiunto.

Nokia Siemens non è stata la sola, nell’industria della telefonia, ad avere annunciato tagli di posti di lavoro su larga scala. Nel 2007 la francese Alcatel Lucent licenziò 12.500 dipendenti, mentre Ericsson tagliò 5.000 posti nel 2009 e altri 1.500 nel 2010.

Lo scorso settembre Nokia Siemens Networks comunicò un investimento addizionale di 500 milioni di euro per sanare la propria posizione finanziaria.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *