Socialize

Egitto: attesa per i risultati, i Fratelli musulmani tranquillizzano la piazza

    di  .  Scritto  il  2 Dicembre 2011  alle  7:00.

I Fratelli musulmani tranquillizzano la piazza, in particolare i copti. “E’ prematuro” parlare di governi, “ciò che è importante adesso è la cooperazione fra tutti i partiti per traghettare il paese attraverso questa fase di transizione”. Virgolettati di una nota ufficiale che in parte contraddicono precedenti dichiarazioni di alti esponenti del movimento secondo cui si poteva già parlare di un governo guidato dalla Fratellanza.

Il loro partito, Libertà e giustizia (due concetti molto cari ai giovani di piazza Tahrir), sarebbe stato il più votato in questa prima tornata delle elezioni legislative tenutesi lunedì e martedì. I salafiti del partito della Luce avrebbero a loro volta ottenuto un successo più evidente rispetto alle aspettative, superando il Blocco egiziano e attestandosi così in seconda posizione.

Ma i risultati ieri non sono stati annunciati e, secondo dichiarazioni dell’Alta commissione elettorale, dovrebbero esserlo oggi. Se il risultato dei salafiti sarà confermato si ribalteranno alcuni luoghi comuni a partire da quello che li vedeva meno forti nelle grandi città, ovvero nelle circoscrizioni dove si è votato proprio adesso.

Prima però che questo futuro parlamento possa far nascere un governo, ce n’è uno che sta vedendo la luce in questi giorni. Ieri, Kamal Ghanzouri, ha cominciato le consultazioni per formare il governo di salvezza nazionale che prenderà il posto di quello guidato fino a qualche settimana fa da Essam Sharaf. Già primo ministro durante gli anni della presidenza di Hosni Mubarak, Ghanzouri è stato designato dal Supremo consiglio delle forze armate a causa delle dimissioni di Sharaf, seguite alle dimostrazioni di piazza Tahrir contro la giunta militare al potere.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *