Socialize

Pakistan: Islamabad avverte Washington, alleanza a rischio

    di  .  Scritto  il  2 Dicembre 2011  alle  6:59.

Il Governo di Islamabad, indignato per l’attacco NATO di sabato scorso che uccise 24 soldati pakistani, porrà fine al suo sostegno alla guerra contro il terrorismo guidata dagli Stati Uniti qualora la sua sovranità venga nuovamente violata, ha annunciato il ministro degli Esteri Hina Rabbani Khar.

Khar ha anche ribadito che il Pakistan non parteciperà alla conferenza internazionale sull’Afghanistan che si terrà la prossima settimana in Germania.

“È troppo. Il Governo non tollererà ulteriori spargimenti di sangue di civili o soldati”, ha dichiarato la funzionaria pakistana ad una commissione del Senato sulla politica estera, riferisce il quotidiano The News.

“Il ruolo del Pakistan nella guerra al terrorismo non va trascurato”, ha aggiunto Khar, alludendo al fatto che il paese potrebbe togliere il proprio appoggio alla missione statunitense.

La crisi potrà complicarsi ulteriormente a causa di altro incidente. Giovedì mattina due pakistani sono stati uccisi in Afghanistan e guardie di frontiera sostengono che la NATO possa esserne responsabile.

Le guardie hanno detto le due vittime stavano caricando delle merci su un furgone, a 30 chilometri all’interno dei confini afghani, quando all’improvviso degli elicotteri NATO iniziarono a sparare contro il veicolo.

“Posso confermare che i corpi di due abitanti di Chagai provengono dall’Afghanistan”, ha precisato il vice commissario di Chagai, Tufail Beluci. “Ma non dispongo di informazioni su come siano stati uccisi. È successo su suolo afghano, quindi non conosciamo ancora i dettagli”. La NATO non ha ancora commentato l’accaduto.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *