Socialize

Nasce la Celac, ovvero la nuova unione dell’America Latina

    di  .  Scritto  il  5 Dicembre 2011  alle  7:00.

Sarà noto per il suo acronimo in spagnolo Celac (Comunidad de Estados de Latinoamérica y el Caribe, Comunità degli Stati latinoamericani e dei Caraibi) il nuovo blocco regionale che, per la prima volta, vede tutti i paesi dell’America Latina riuniti insieme senza la presenza di potenze esterne, siano esse gli Stati Uniti o la Spagna.

Alla fine del vertice inaugurale, tenutosi nel fine settimana in Venezuela, 30 presidenti in rappresentanza di 33 paesi hanno annunciato la nascita del blocco politico-economico da cui sono esclusi Stati Uniti e Canada, presenti invece nell’Organizzazione Stati americani (Osa/Oea), ma in cui figura Cuba (assente dall’Osa).

Nonostante le molte differenze politiche tra i paesi membri, tutti hanno salutato la nascita del nuovo gruppo come un passo avanti positivo per lo sviluppo del continente.

E se il presidente del Venezuela Hugo Chavez ha puntato l’accento sul valore politico e sulla storicità della nascita di un blocco realmente latinoamericano con la presenza di Cuba e senza l’ingombrante interferenza degli Stati Uniti, la brasiliana Dilma Roussef ha evidenziato la valenza economica commerciale del nuovo organismo che, in un momento di forte crisi economica in Europa e Stati Uniti, potrà permettere di compensare le perdite derivanti dalla crisi con un accresciuto commercio interno alla regione.

E se la crisi economica mondiale è in cima alle preoccupazioni del neonato organismo, nella dichiarazione finale del vertice la Celac ha condannato il blocco economico statunitense su Cuba e ha sostenuto le rivendicazioni argentine sulle Malvinas (Falkland).

Il prossimo vertice si terrà nel2012 inCile.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *