Socialize

Mediterraneo: uno stato maggiore euro-africano contro il terrorismo

    di  .  Scritto  il  12 Dicembre 2011  alle  7:00.

Uno stato maggiore “non permanente” per interventi in caso di crisi: su questo hanno discusso e avrebbero trovato un accordo i ministri della difesa di cinque paesi nordafricani (Algeria, Libia, Tunisia, Marocco e Mauritania) e cinque paesi europei (Francia, Italia, Malta, Portogallo e Spagna). Secondo dichiarazioni del ministro della Difesa di Parigi, Gérard Longuet, la proposta è partita dalla Francia ed è stata adottata. “In questo quadro – ha detto Longuet – i militari dei paesi membri dovranno conoscersi, comprendersi ed essere pronti a mobilitarsi immediatamente”.

I dieci ministri, riuniti a Nouakchott (Mauritania) hanno inoltre adottato un piano d’azione per il 2012 che prevede esercitazioni comuni, scambi e formazione. Sullo sfondo la crescente insicurezza di un’ampia fascia di territorio del sahel dove operano gruppi armati come al-Qaida nel Maghreb islamico che nei giorni scorsi ha rivendicato il rapimento di cinque europei prelevati a Hombori e Timbuctu, in Mali, e due spagnoli e un’italiana a Rabuni, nel sud dell’Algeria.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *