Socialize

Svezia: La Saab dichiara il fallimento dopo blocco americano al prestito cinese

    di  .  Scritto  il  19 Dicembre 2011  alle  16:08.

Il gruppo automobilistico svedese Saab ha dichiarato oggi il fallimento, mettendo fine alla lunga agonia di un marchio rinomato e che non è riuscito a riprendersi nonostante i tentativi di salvarlo degli ultimi due anni.

Il tribunale di Vänersborg oggi ha precisato che le tre principali aziende del gruppo (Saab Automobile Aktiebolag, Saab Automobile Tools AB e Saab Automobile Powertrain) si sono dichiarate fallite e ha quindi annunciato, a breve, la nomina di un liquidatore.

La proprietaria di Saab, l’olandese Swedish Automobile (Swan), ha confermato che “senza l’apporto di nuovi fondi, l’azienda diveniva insolvibile e dichiarare il fallimento era la soluzione migliore nell’interesse dei suoi creditori”.

I nuovi fondi a cui ha fatto riferimento la Swan era prestito ponte che doveva essere garantito da un gruppo automobilistico cinese ma che non é mai arrivato a destinazione.

Il vecchio proprietario di Saab, l’americana General Motors, infatti, non ha dato il suo assenso al trasferimento in Cina di alcuni brevetti della Saab come garanzia per il prestito.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Nessun articolo correlato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *