Socialize

Iran: alla vigilia dei negoziati sul nucleare, due portaerei USA nel Golfo

    di  .  Scritto  il  10 Aprile 2012  alle  7:00.

La Marina USA ha schierato una seconda portaerei nel Golfo Persico, nel mezzo delle tensioni con l’Iran sul suo controverso programma nucleare, ha dichiarato lunedì il comandante Amy Derrick-Frost della V° Flotta basata in Bahrain.

Derrick-Frost, citato da AP e Reuters, spiega che il dispiegamento della USS Enterprise, portaerei nucleare, al fianco della Abraham Lincoln, “segna per la quarta volta, negli ultimi 10 anni, la presenza contemporanea di due portaerei nella regione”.

Le portaerei, continua il militare, supporteranno le operazioni militari statunitensi in Afghanistan e gli sforzi anti-pirateria lungo la costa della Somalia e nel Golfo di Aden, e pattuglieranno nel Golfo Persico le rotte strategiche del petrolio che Teheran minaccia di chiudere in rappresaglia per le sanzioni economiche.

Alla fine di gennaio, la portaerei Abraham Lincoln aveva completato “un’operazione di routine, programmata da tempo”, accompagnata da un folto gruppo di navi da guerra.

L’annuncio del nuovo dispiegamento arriva a pochi giorni dalla riapertura dei negoziati sulle attività nucleari della Repubblica Islamica, che si terranno a Istanbul il 13 e il 14 aprile, tra Iran e le sei potenze mondiali (Cina, Francia, Germania, Regno Unito, Russia e Stati Uniti).

Sempre lunedì, il ministro degli Affari Esteri iraniano Ali Akbar Salehi ha ribadito che Teheran non accetterà “alcun tipo di precondizione”, da parte dei sei, in vista dei colloqui.

Catherine Ashton, alto rappresentante dell’Unione Europea (UE), lo scorso 6 marzo ha accettato la proposta di Teheran di riprendere i colloqui sulla delicata questione nucleare.

Dal 2003 i sei mediatori cercano di convincere l’Iran a porre un freno al suo programma di arricchimento dell’uranio, secondo l’Occidente finalizzato alla produzione di armi atomiche.

Teheran ha sempre smentito le accuse, sostenendo i fini civili delle proprie attività nucleari.

I negoziati sono stati sospesi più di un anno fa, durante un vertice tenutosi sempre a Istanbul.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *