Socialize

Turchia: sondaggio, ai turchi non piace la nuova legge sull’aborto

    di  .  Scritto  il  12 Giugno 2012  alle  7:00.

Continua ad alimentare preoccupazione in Turchia la proposta di legge contro l’aborto, che il partito di Giustizia e Sviluppo (AKP), col sostegno del primo ministro Recep Tayyip, presenterà in parlamento a fine giugno.

Un sondaggio pubblicato dal centro di ricerca Konsensus ritiene che il 55,5% dei turchi sia contrario alla legge, mentre il 45,5% sia favorevole.

La legge vorrebbe consentire l’aborto esclusivamente entro le prime quattro settimane di gravidanza, “un tempo tecnicamente impossibile per abortire – sostengono i ginecologi – considerato che la gran parte delle donne si accorge della gravidanza solo dopo il primo mese”.

Il limite legale oggi è di dieci settimane.

Il vice segretario del Consiglio d’Europa, Maud de Boes-Buquicchio, ha sollevato la questione con i membri del governo turco, opponendosi a una misura repressiva e manifestamente contraria alla libertà delle donne.

“Vietare l’aborto significa spianare la strada alle operazioni illegali e favorire soltanto i più abbienti”, ha concluso Maud de Boes-Buquicchio in un intervento con la stampa.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *