Socialize

Kenya: Mombasa, scontri e tensioni dopo uccisione di sheikh Rogo

    di  .  Scritto  il  29 Agosto 2012  alle  7:00.

Violenti scontri sono in corso da ieri nella città portuale di Mombasa subito dopo che si è diffusa la notizia della morte di Sheikh Aboud Rogo, controverso uomo religioso keniano ucciso ieri in un agguato.

Secondo quanto riferiscono i media locali, centinaia di persone si sono riversate per le strade incendiando automobili e erigendo barricate per respingere i tentativi di contenimento da parte delle forze di sicurezza.

Almeno un manifestante sarebbe stato ucciso dai colpi di arma da fuoco sparati dalla polizia. In quello che un portavoce della polizia ha descritto come un impeto di rabbia popolare più che una strategia ben definita, i dimostranti si sono recati contro diverse chiese cristiane, bruciandone completamente due e vandalizzandone altre quattro. Manifestazioni spontanee si sono verificate anche nei pressi di commissariati di polizia con almeno tre macchine governative date alle fiamme e lungo l’autostrada che collega Mombasa alla località turistica di Malindi.

Salito spesso agli onori della cronaca internazionale per il suo sostegno al gruppo islamista radicale somalo degli Shabaab, Rogo è stato accusato dai tribunali statunitensi di essere tra i principali finanziatori dei ribelli somali e di essere stato nel 2008 tra gli autori dell’attentato contro l’ambasciata USA a Nairobi.

All’origine della rabbia popolare scoppiata ieri è la convinzione che l’uccisione del popolare imam, nonostante la polizia abbia già arrestato quattro persone in relazione ai fatti, sia piuttosto frutto di un omicidio extra-giudiziale da parte delle forze di sicurezza keniane.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *