Socialize

Obama e i leader centroamericani puntano sulla prevenzione al narcotraffico

    di  .  Scritto  il  7 Maggio 2013  alle  7:00.

Quello del narcotraffico è stato il tema dominante dell’agenda del presidente degli Stati Uniti Barack Obama nell’incontro in Costa Rica con i suoi omologhi centroamericani.

Nel weekend al vertice di San José con i paesi del Sistema di Integrazione Centroamericana (Sica), Obama è stato destinatario di un messaggio molto chiaro, più volte ribadito dal presidente di El Salvador, Mauricio Funes: “Non è sufficiente lavorare alla repressione del narcotraffico, occorre anche concentrarsi sulla sua prevenzione”.statiunitiobamachinchilla

Non c’è stata alcuna firma a un documento ufficiale, ma il ministro degli Esteri costaricano Enrique Castillo ha assicurato che prevenzione al narcotraffico, riforma migratoria negli Usa e cooperazione commerciale sono stati i grandi temi affrontati da Obama e i leader di Costa Rica (presidente Laura Chinchilla), Honduras (presidente Porfirio Lobo), Guatemala (presidente Otto Pérez Molina), Nicaragua (presidente Daniel Ortega), Panama (Ricardo Martinelli), Repubblica Dominicana (Danilo Medina), El Salvador (presidente Mauricio Funes) e Belize (primo ministro Dean Barrow).

“È chiaro che c’è una questione fondamentale che riguarda tutti noi centroamericani, che è la lotta alla povertà (…) e questo crea le migliori condizioni per combattere il narcotraffico”, ha affermato Ortega.

Dello stesso avviso Lobo, secondo il quale i paesi della regione necessitano di “un forte sostegno da parte del governo degli Stati Uniti per attaccare il nemico comune del narcotraffico (…) Siamo noi a mettere i morti in una guerra che non abbiamo iniziato”.

“La sicurezza è un tema che si impone, ma che non segna necessariamente le relazioni tra Costa Rica e Stati Uniti. Sappiamo che la criminalità organizzata pesa crudamente sulla stabilità istituzionale della regione, e pertanto riconosciamo l’importanza di mantenere i livelli di cooperazione e raddoppiare gli sforzi”, ha dichiarato Chinchilla in un incontro con Obama precedente al vertice.

In conferenza stampa Obama ha detto che la sua amministrazione non è interessata a “militarizzare la lotta contro il narcotraffico (…) Se abbiamo una polizia efficiente e cooperiamo, potremo registrare progressi. Dobbiamo pensare in maniera creativa, perché alcune delle cose che stiamo facendo hanno funzionato, mentre altre no”.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *