Socialize

Nicaragua: canale interoceanico, lo costruiranno i cinesi

    di  .  Scritto  il  28 Maggio 2013  alle  7:00.

Il presidente del Nicaragua Daniel Ortega ha rispolverato uno dei vecchi sogni dei nicaraguensi: un canale che colleghi il Pacifico ai Caraibi. Il disegno di legge per la sua attuazione era stato presentato al parlamento lo scorso giugno.nicaraguacanale

Il governo ha riferito che sta lavorando al progetto con “una grande azienda della Repubblica Popolare della Cina” e che questo avrà un costo non inferiore ai 31 miliardi di euro. Managua ha già stabilito un Ufficio del Grande Canale ad Hong Kong, anche se non ha ancora comunicato il nome dell’azienda in questione né fornito ulteriori dettagli.

Gli esperti dicono possa trattarsi della compagnia di telecomunicazioni Xinwei, alla quale l’anno scorso l’ente delle telecomunicazioni del Nicaragua, Telcor, ha dato la licenza per operare nel sistema delle comunicazioni del paese.

Sempre nel 2012, ProNicaragua, agenzia semi-pubblica per la promozione degli investimenti, aveva firmato un memorandum d’intesa con un’impresa di recente formazione e con sede a Hong Kong: HK Nicaragua Canal Development Investment Co. Ltd, il cui presidente, Wang Ji, dirige anche Xinwei Telecom Enterprise Group.

Il governo, riporta la stampa locale, ha assegnato ad un consorzio olandese formato dalle imprese Royal HaskoningDHV e Ecorys il contratto per realizzare uno studio di fattibilità per la costruzione del canale. Lo studio, il cui costo si aggira attorno ai 556.500 euro, sarà presentato a breve. Il consorzio dovrà analizzare la viabilità tecnica, economica e finanziaria della costruzione del canale, tenendo conto dell’impatto ambientale del progetto.

Finora nessun funzionario del governo ha detto quale percorso seguirà il canale, anche se Ortega ha categoricamente escluso il fiume San Juan, che per un lungo tratto segna il confine tra Costa Rica e Nicaragua. Al momento della presentazione del disegno di legge,il ministero degli Esteri costaricano aveva chiesto “risposte” in merito alla costruzione del canale attraverso questo fiume. Citando il Trattato dei Confini del 1858, San José sottolinea che Managua “non può realizzare un Canal Interoceánico senza prima chiedere l’opinione del Costa Rica”.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *