Socialize

America Latina: violenza di genere, i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità

    di  .  Scritto  il  21 Giugno 2013  alle  7:00.

È nella regione andina che si registra la più alta percentuale di violenza di genere di tutta l’America Latina, secondo il primo rapporto a livello globale realizzato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) su questa “piaga” che interessa un terzo di tutte le donne del mondo.

donneviolenza

Nel mondo, si legge nello studio, la più comune forma di violenza di genere è quella esercitata dal partner (nel 30% dei casi).

Nella regione latinoamericana è riportato un tasso che va dal 20,7% al 46,5%. Anche qui è il partner ad essere l’autore delle violenze.

In particolare, i maggiori tassi si registrano nella regione andina. Rispetto alla violenza da parte del partner, la media è del 40,63%, con variazioni che vanno dal 34,8% al 46,5%.

Segue l’America Centrale, dove, in media, il 29,51% delle donne è stato violentato dai propri partner, con una media che varia tra il 24,6% al 34,4%. I Tropici hanno una media del 27,43%, e un’oscillazione tra il 20,7% e il 34,2%.

Infine, i minori indici di violenza di genere in America Latina si verificano in Sudamerica, con indici compresi tra il 12,8% e il 34,5%, e una media del 23,68%.

Per quanto riguarda le violenze esercitate dagli uomini estranei alla vita delle donne, la regione andina mostra nuovamente i tassi peggiori, con una media del 15,33%, e variazioni tra il 10,12% e il 20,54%.

Segue l’America Centrale, dove si stima che l’11,88% delle donne è stato vittima di aggressione, con variazioni tra il 7,31% e il 16,45%.

I Tropici hanno indici che oscillano tra il 2,68% e il 12,69%, con una media del 7,68%.

In Sudamerica, la media è del 5,86%, con variazioni tra lo 0,31% e il 12,42%.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *