Socialize

Stati Uniti: ancora Snowden, intensificata la vigilanza sul Pakistan

    di  .  Scritto  il  4 Settembre 2013  alle  8:20.

Gli Stati Uniti hanno intensificato la sorveglianza sull’armamento nucleare del suo alleato Pakistan, ha rivelato The Washington Post citando un rapporto fornito dall’ex analista dell’Agenzia di Sicurezza Nazionale (Nsa) statunitense Edward Snowden.

Secondo il quotidiano, mai come negli ultimi mesi Washington ha intensificato gli sforzi per raccogliere informazioni di intelligence nel paese asiatico.

Gli Usa hanno consegnato circa 26 miliardi di dollari in aiuti al Pakistan negli ultimi 12 anni, con l’obiettivo di stabilizzare il paese e assicurarsi la sua cooperazione nella lotta al terrorismo.

Ma, con la morte di Osama Bin Laden e Al Qaida in apparente caduta, le agenzie di intelligence sembrano aver cambiato focus verso regioni al di fuori dalle zone già pattugliate dai droni della Cia, continua il Post.

“Se gli statunitensi stanno espandendo le loro capacità di sorveglianza, può solo significare una cosa. La sfiducia supera la fiducia”, ha detto al quotidiano Husain Haqqani, ex ambasciatore del Pakistan negli Stati Uniti tra il 2008 e il 2011.

Da parte sua, il ministero degli Esteri del Pakistan ha dichiarato che Islamabad è impegnata con “obiettivi di disarmo e non proliferazione” mentre segue le norme dell’Agenzia internazionale dell’energia atomica (Aiea).

“Come paese con armi nucleari, quella del Pakistan è una politica di controllo e responsabilità”, ha segnalato in un comunicato.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *