Socialize

Spionaggio statunitense su banche e carte di credito

    di  .  Scritto  il  16 Settembre 2013  alle  7:00.

L’Agenzia di Sicurezza Nazionale (Nsa) statunitense è in grado di captare informazioni relative alle transizioni bancarie e ai pagamenti con carte di credito in tutto il mondo, riporta il settimanale tedesco Der Spiegel facendo riferimento ai documenti trafugati dall’ex analista dell’intelligence Usa Edward Snowden.statiunitisnowden2

Secondo questa fonte, lo spionaggio degli Stati Uniti avrebbe creato una banca dati – nome in codice “Tracfin” – per queste attività, concentrandosi sul flusso di informazioni di tutti i tipi di operazioni, sia attraverso banche che carte di credito, soprattutto del circuito Visa.

Nel 2011 il calcolo dei pagamenti captati dal sistema – nome in codice “Follow the Money” – è ammontato a 180 milioni di euro, l’84% dei quali corrisponderebbe a quelli effettuati tramite carte di credito. Obiettivo primario di queste operazioni sarebbero le transazioni di clienti in Europa, Medio Oriente e Africa, continua il settimanale.

Trafcin avrebbe acquisito informazioni dal sistema Swift, centralizzato a Bruxelles e attraverso il quale si canalizzano transazioni internazionali.

Der Spiegel avverte che queste ultime rivelazioni sull’Nsa potrebbero avere serie conseguenze, come ad esempio la sospensione, per volere del Parlamento Europeo (Pe) e della Commissione Europea (Ce), del cosiddetto accordo Swift.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *