Socialize

Teheran conferma lo scambio epistolare Rouhani-Obama

    di  .  Scritto  il  19 Settembre 2013  alle  7:12.

Il ministero degli Esteri iraniano ha dichiarato che il presidente Hassan Rouhani ha avuto uno scambio epistolare con il suo omologo statunitense Barack Obama, confermando così la comunicazione diretta tra i leader dei due paesi.

Stati Uniti e Iran hanno sospeso le relazioni diplomatiche nel 1980, poco dopo che gli studenti e i militanti islamici avevano preso d’assalto l’ambasciata Usa a Teheran e tenuto in ostaggio i diplomatici che si trovavano all’interno, in risposta al rifiuto di Washington di consegnare alla Repubblica Islamica lo scià Mohammad Reza Pahlavi.Iran Hassan-Rouhani

Si tratterebbe dunque di un sensibile segno di distensione nell’ormai decennale controversia tra Occidente e Iran sulle attività nucleari di quest’ultima.

Dal 2003 il cosiddetto gruppo 5+1 (Cina, Francia, Germania, Regno Unito, Russia e Stati Uniti) cerca di convincere l’Iran a porre un freno al suo programma di arricchimento dell’uranio, secondo l’Occidente ed Israele finalizzato alla produzione di armi atomiche. Teheran ha sempre negato le accuse, sostenendo i fini civili delle proprie attività nucleari.

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Marzieh Afkham, ha affermato questa settimana che Obama ha inviato un “messaggio di congratulazioni” a Rouhani in occasione della sua vittoria alle presidenziali lo scorso giugno.

“Il meccanismo per lo scambio di queste lettere avviene attraverso canali diplomatici”, ha aggiunto Afkham, citato dall’agenzia di stampa locale Isna.

Domenica, riportavano i media statunitensi, in un’apparizione pubblica Obama ha detto di aver scritto a Rouhani.

La prossima settimana, a margine di una riunione dell’Assemblea Generale dell’Onu, i due potrebbero incontrarsi di persona. Al momento, tuttavia, non è previsto alcun incontro.

Grazie al suo “percorso di moderazione” e riavvicinamento all’Occidente per risolvere la controversa questione nucleare iraniana, Rouhani sembra essersi guadagnato il favore della comunità internazionale.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *