Socialize

Giappone: Fukushima, mai così alti i livelli di radiazione

    di  .  Scritto  il  11 Ottobre 2013  alle  6:00.

I livelli di radiazione nelle acque marine in prossimità di uno dei reattori danneggiati di Fukushima hanno registrato questa settimana un nuovo picco, ha annunciato ieri il gestore dell’impianto nucleare giapponese.giapponefukushima2

I livelli di radiazione di mercoledì, il giorno in cui sei operai sono stati esposti ad acqua altamente radioattiva, sono aumentati di tredici volte rispetto alla lettura del giorno precedente, toccando i livelli più alti dalla fine del 2011.

Nel 2011 un forte terremoto e uno tsunami hanno colpito la centrale di Fukushima, gestita da Tepco (Tokyo Electric Power Co.), provocando tre fusioni dei reattori ed esplosioni di idrogeno.

Tepco, che sta versando centinaia di tonnellate di acqua per abbassare la temperatura dei reattori, sta avendo non poche difficoltà nel contenere l’accumulo di acqua radioattiva nell’impianto.

Nell’ultimo incidente, avvenuto mercoledì, un operaio ha accidentalmente scollegato un tubo connesso ad un sistema di trattamento, che ha rilasciato sette tonnellate di acqua altamente radioattiva.

I frequenti incidente nell’impianto di Fukushima Daiichi, a 220 chilometri a nord i Tokyo, stanno sollevando dubbi sulle capacità di Tepco di effettuare le necessarie operazioni di pulizia nel complesso, che tarderanno decenni.

Tepco afferma che le letture combinate di cesio-134 e cesio-137 all’esterno del reattore numero due sono salite mercoledì a 1.200 becquerel per litro, un livello tredici volte superiore a quello di martedì. Le letture di cesio-134 sono state di 370 becquerel per litro, mentre quelle di cesio-137 di 830 becquerel per litro.

I limiti consentiti per il cesio, che emette una forte radiazione gamma ed è dannoso per il corpo umano, è di 90 becquerel per litro per il cesio-137 e di 60 becquerel per litro per il cesio-134.

Tepco sostiene che il repentino aumento delle radiazioni sia dovuto ai lavori di costruzione vicino all’edificio numero due.

Gli operai stanno iniettando prodotti chimici per indurire il terreno sul lato costiero degli edifici che contengono i reattori di Fukushima per impedire all’acqua contaminata di raggiungere l’oceano.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *