Socialize

Israele: Netanyahu annuncia la costruzione di centinaia di nuove abitazioni a Gerusalemme Est

    di  .  Scritto  il  31 Ottobre 2013  alle  6:00.

Israele ha annunciato la costruzione di 1.500 nuove abitazioni negli insediamenti a Gerusalemme Est, una misura che le autorità palestinesi definiscono “distruttiva”.israelenetanyahu

Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha annunciato il piano di costruzione poco dopo il rilascio di 26 prigionieri palestinesi nel quadro dei negoziati di pace in corso.

Esprimendo la sua intenzione di espandere un insediamento nei quartieri arabi di Gerusalemme, il governo israeliano torna a sollevare la tensione nelle relazioni con l’Autorità nazionale palestinese (Anp).

La decisione, riporta l’israeliano Channel 10, è frutto di un incontro avvenuto martedì notte tra Netanyahu e il suo ministro dell’Interno Gideon Sa’ar.

“La politica di insediamento è distruttiva per il processo di pace (…) Questo spinge le parti palestinesi e arabe a perdere la fiducia nella capacità attuale del governo israeliano di condurre il processo di pace”, recita un comunicato dell’ufficio del presidente palestinese Mahmoud Abbas.

Secondo gli analisti, l’obiettivo di Netanyahu è quello di calmare i settori più estremisti del paese, scontenti della liberazione dei detenuti palestinesi, che erano stati condannati per l’omicidio di israeliani prima o poco dopo la firma di accordi temporanei siglati vent’anni fa. I 26 costituiscono il secondo gruppo di prigionieri su un totale di 104 che Israele ha deciso di liberare per facilitare i negoziati.

I negoziati tra Israele e il governo palestinese sono ripresi lo scorso luglio a Washington. Ma il dialogo sembra essere limitato dalla frustrazione dei palestinesi per i continui insediamenti ebraici in Cisgiordania e dai dubbi degli israeliani sulle reali capacità di Abbas nel convincere il movimento di resistenza islamico Hamas, che governa nella Striscia di Gaza, ad unirsi ad un accordo di pace futuro.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *