Socialize

Brasile: nel 2012 una media di 5 morti al giorno per mano di poliziotti

    di  .  Scritto  il  5 Novembre 2013  alle  6:00.

Lo scorso anno la polizia in Brasile ha ucciso 1.890 persone, una media di cinque al giorno, secondo l’ultimo rapporto del Forum Brasiliano per la Sicurezza Pubblica. Inoltre, nello stesso periodo negli scontri con i civili hanno perso la vita 89 poliziotti.brasilesaopaulo

Le cifre, precisa il Forum, non sono complete dal momento che includono solo i dati forniti dalle autorità di 23 dei 27 stati brasiliani.

La “formula” dei 21 civili morti per ogni poliziotto ucciso in atti violenti è il doppio del limite ritenuto “accettabile” da numerose organizzazioni per i diritti umani, che è di dieci civili per poliziotto. Ad esempio, negli Stati Uniti, paese con una popolazione del 60 per cento superiore al Brasile, lo scorso anno sono morte 410 persone per mano di poliziotti.

Preoccupa inoltre il fatto che il numero di civili rimasti uccisi negli scontri con la polizia si concentri in tre stati, San Paolo, Rio de Janeiro e Bahia, nei quali sono stati registrati 1.322 dei 1.890 casi.

San Paolo, con 563 casi, e Rio de Janeiro, con 415, sono in cima alla lista degli stati brasiliani con il più alto numero di civili morti in scontri con la polizia. In Rio de Janeiro, questo dato è calato da 1.330 nel 2007 a 415 nel 2012.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *