Socialize

Guatemala: il processo contro Ríos Montt riprenderà nel 2015

    di  .  Scritto  il  7 Novembre 2013  alle  6:00.

Il processo contro il generale golpista guatemalteco José Efraín Ríos Montt per genocidio e crimini di guerra riprenderà il 5 gennaio 2015, “per motivi di agenda”, per ordine della Corte Costituzionale del Guatemala.guatemala-rios-montt

Lo ha detto alla stampa l’avvocato Héctor Reyes, del Centro di azione legale per i diritti umani (Caldh), che rappresenta la comunità Ixiles e le altre vittime della dittatura di Ríos Montt.

Fonti della Corte Costituzionale riferiscono che la Prima Sala di Appello, che attualmente gestisce il caso, “ha molte cause pendenti”. Pertanto, “la ripresa del processo è in programma per i primi giorni del 2015”.

La Procura del Guatemala accusa Ríos Montt di essere il responsabile del massacro, compiuto dai militari durante la guerra civile, di 1771 indios di etnia Ixiles, gruppo etnico nel dipartimento di Quiche, nel nord del Guatemala.

La presidenza de facto di Ríos Montt, anche se breve (1982-1983), viene considerato uno dei più sanguinosi periodi della guerra civile di 36 anni (1960-1996) che ha lasciato 200.000 morti o dispersi, secondo l’Onu.

Lo scorso 10 maggio, la Prima Sala di Appello aveva dichiarato colpevole Ríos Montt di genocidio e crimini di guerra, condannandolo a 80 anni di carcere, alla fine di un processo durato quasi un decennio. Tuttavia, dieci giorni più tardi, la Corte Costituzionale ha annullato la sentenza per presunti errori di procedura legale e ordinato di rifar partire il caso dalla sentenza del Tribunale Primo di Alto Rischio, cui inizialmente era stato a fidato il caso.

Al momento, Ríos Montt si trova agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

A breve la Caldh presenterà presso la Commissione Interamericana per i Diritti Umani dell’Osa (Organizzazione degli Stati Americani), che ha sede a Washington, una denuncia per “diniego di giustizia” contro lo stato guatemalteco.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *