Socialize

Datagate: Indonesia contro Australia, richiamato l’ambasciatore

    di  .  Scritto  il  19 Novembre 2013  alle  8:02.

Chi sa se basteranno le scuse, le minimizzazioni e le dichiarazioni distensive del primo ministro australiano Tony Abbott per calmare il presidente indonesiano Susilo Bambang Yudhoyono. Di certo quest’ultimo non ha gradito le ultime rivelazioni venute fuori dal calderone Datagate ovvero dai documenti top secret resi pubblici dall’ex analista dell’intelligence statunitense Edward Snowden.

australiaindonesia

Secondo queste rivelazioni, i servizi segreti di Canberra hanno intercettato le comunicazioni telefoniche del presidente indonesiano e dei suoi ministri. “Io considero il presidente Yudhoyono un buon amico dell’Australia, uno dei nostri migliori amici al mondo” ha detto Abbott. Dichiarazioni poco convincenti se l’Indonesia ha deciso di richiamare ieri il suo ambasciatore e di convocare quello australiano in Indonesia per chiarimenti.

Secondo i documenti di Snowden, resi pubblici dall’Australian Broadcasting Corporation (Abc) e dal Guardian, le intercettazioni sarebbero cominciate nel 2009e avrebbero riguardato anche il cellulare della first lady. Giacarta ha anche accusato gli Stati Uniti e affermato che quanto avvenuto danneggia le relazioni di Washington e Canberra con il suo paese.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *