Socialize

Cina: stop alle torture, l’ordine è della Corte Suprema

    di  .  Scritto  il  22 Novembre 2013  alle  7:00.

La Corte Suprema della Cina ha chiesto alla polizia e alle istituzioni del paese di smettere di utilizzare le tecniche di tortura come mezzi di pressione sui sospettati per estorcere confessioni.(6)CHINA-BEIJING-NPC-CLOSING MEETING (CN)

Il massimo tribunale ha inoltre osservato che è “illegale” ottenere confessioni tramite “congelamento, privazione di cibo, bruciature o sfinimento”.

Ormai da tempo le autorità giudiziarie cinesi esigono la cessazione di tutte quelle attività che prevedono l’abuso in nome della legge.

La scorsa settimana, in occasione del suo Terzo Plenum, il Partito Comunista Cinese (Pcc) ha annunciato che le forze dell’ordine non potranno più mandare nei campi di lavoro i sospetti che non sono stati giudicati.

Inoltre, ha assicurato il numero dei reati per cui è prevista la pena di morte sarà ridotto.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Nessun articolo correlato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *