Socialize

Olanda: stop sussidi statali per chi non parla olandese, la proposta è già polemica

    di  .  Scritto  il  24 Gennaio 2014  alle  6:00.

Il ministro degli Affari Sociali olandese, Jetta Klijnsma, presenterà oggi al resto dell’esecutivo un disegno di legge che prevede il ritiro dei principali sussidi statali per tutti i residenti che non parlano olandese.olanda Jetta Klijnsma

Se approvata, la misura si applicherà a tutte le persone che risiedono nel paese, sia olandesi che europei comunitari, riferisce il quotidiano locale Volkskrant.

I residenti che non dominano l’olandese dovranno frequentare dei corsi e superare i relativi esami. In caso contrario, si vedranno ritirare alcuni dei più importanti sussidi statali, come l’indennità di disoccupazione o di invalidità.

L’opposizione definisce “inutile” la proposta del governo liberale guidato da Mark Rutte.

Il ministero degli Affari Sociali ha presentato nelle ultime settimane altre proposte che hanno sollevato non poche polemiche, come una nuova legge contro la disoccupazione che obbligherà le persone senza lavoro ad accettare un’occupazione anche se a quattro ore di viaggio dalla propria residenza, pena la perdita dell’indennità di disoccupazione.

Allo steso modo, si potrà chiedere ai disoccupati di prendere parte a lavori comunitari in cambio dei benefici ricevuti.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *