Socialize

Thailandia: voto tra le proteste ma senza violenze, Yingluck attende i risultati

    di  .  Scritto  il  3 Febbraio 2014  alle  6:00.

Poche violenze, ma tante intimidazioni con – di fatto – un quinto dei collegi elettorali che hanno risentito di blocchi causati da manifestanti antigovernativi: questo in sintesi il bilancio delle elezioni tenute ieri in Thailandia dove si votava in una sorta di referendum a favore o contro il primo ministro Yingluck Shinawatra.thailandiashinawatra

“Voglio ringraziare chiunque abbia dato una mano alla democrazia” ha detto Shinawatra. “Le elezioni si sono concluse pacificamente – ha aggiunto – forse con qualche problema in alcune aree ma tutto sommato senza violenze”.

Le proteste di ieri erano state organizzate dagli oppositori al governo di Shinawatra che accusano Yingluck di essere in realtà manovrata dal fratello ed ex primo ministro Thaksin.

In attesa dei risultati, molti osservatori hanno sostenuto che si potrebbe andare verso una situazione di stallo; il principale partito di opposizione ha tra l’altro boicottato il voto e il prossimo parlamento potrebbe avere problemi di legittimità.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *