Socialize

Giappone: Fukushima, Tepco ha pronto un piano per contenere le fughe di acqua radioattiva

    di  .  Scritto  il  27 Febbraio 2014  alle  7:00.

giapponefukushima2I tecnici della centrale nucleare di Fukushima si preparano a testare nelle prossime settimane un piano sperimentale che consiste nel congelare il terreno intorno ai reattori, cercando di contenere le fughe di acqua radioattiva verso il mare.

L’emittente pubblica Nhk riferisce che il gestore dell’impianto, Tokyo Electric Power (Tepco), realizzerà il primo test entro l’11 marzo, data del terzo anniversario del terremoto e dello tsunami che hanno devastato il nord-est del Giappone e provocato nella centrale il più grave incidente nucleare da Chernobyl (Ucraina) nel 1986.

Per i problemi nel contenere e gestire gli enormi volumi di acqua contaminata nell’impianto, il governo di Tokyo aveva annunciato in agosto un investimento pari a 334 milioni di euro per aiutare Tepco in questo progetto.

L’esperimento consiste nel congelare il terreno intorno ai reattori 1 e 4, in modo da creare un muro di ghiaccio che impedisca all’acqua di filtrare dai sotterranei delle installazioni verso il mare.

L’idea è quella di perforare il suolo fino ad una profondità di circa 30 metri con tubazioni di acciaio tramite le quali sarà iniettato un refrigerante ad una temperatura di meno 40 gradi.

Ci vorrà almeno un mese per congelare il terreno intorno a queste tubature. Il primo test interesserà solo il reattore numero 4.

Il governo e Tepco produrranno le restanti barriere di ghiaccio durante il prossimo anno fiscale, che in Giappone inizia il 1° di aprile.

Ampiamente criticata per una serie di battute di arresto nella gestione della ripulitura dell’impianto dopo il disastro, Tepco ammette la difficoltà di queste nuove operazioni.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *