Socialize

Le violenze non fermano i record del Petrolio

    di  .  Scritto  il  3 Marzo 2014  alle  7:00.

iraqpetrolioIRAQ – Nonostante le tensioni e le violenze, le esportazioni del petrolio iracheno hanno fatto registrare un nuovo recordo.

Secondo i dati ufficiali forniti dal governo, a febbraio le esportazioni di greggio hanno toccato la media di 2,8 milioni di barili al giorno, una cifra che non veniva raggiunta da due decenni.

Riferendo le cifre durante l’inaugurazione di una raffineria a Bassora, il vice-primo ministro con delega agli Affari Energetici, Hussein Chahristani, ha precisato che a Febbraio è stato raggiunto il piccolo di 3,5 milioni di barili e che le cifre del mese sarebbero state ancora più alte se anche le esportazioni del Kurdistan iracheno fossero state regolate.

A gennaio, l’Iraq ha esportato 69,1 milioni di barili di greggio, ossia una media di 2,22 milioni di barili al giorno, secondo le cifre del ministero del Petrolio.

I responsabili iracheni ritengono che la produzione nazionale possa arrivare a raggiungere i 9 milioni di barili di petrolio entro il 2017, un obiettivo giudicato troppo ottimista dagli osservatori internazionali, a cominciare da Fondo monetario internazionale (Fmi) e dall’Agenzia internazionale dell’Energia (AIE).

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *