Socialize

Che fine ha fatto il Boeing 777 della Malaysia Airlines? In campo anche l’Fbi

    di  .  Scritto  il  20 Marzo 2014  alle  6:00.

Adesso anche l’Fbi ha deciso di correre in aiuto della Malesia nel tentativo di risolvere il mistero che circonda la sorte del volo MH370 della Malaysia Airlines scomparso lo scorso 8 marzo con 239 persone a bordo.malesiaboeing777

Quel volo avrebbe dovuto trasportare i passeggeri da Kuala Lumpur a Pechino ma qualcosa è andato storto. E le ipotesi su cosa sia veramente avvenuto sono molte, alcune concrete, altre forse più fantasiose.

Ieri, il portavoce della Casa Bianca Jay Carney ha confermato il coinvolgimento dell’Fbi. Il ruolo dell’agenzia investigativa americana dovrebbe in particolare essere quello di accedere e analizzare i dati collegati ai due piloti; tra questi anche i dati dell’hard disk di un simulatore di volo in possesso del comandante del velivolo Zaharie Ahmad Shah. Quest’ultimo, secondo la polizia malese, lo scorso 3 febbraio ha cancellato qualcosa dal simulatore.

Dal campo delle supposizioni a quello dei fatti. Di certo c’è che il Boeing 777 della Malaysia Airlines è stato dirottato in maniera deliberata e che altrettanto deliberatamente qualcuno ha manomesso i sistemi di comunicazione. Da lì in poi comincia l’area delle ipotesi grande quanto l’area fisica in cui le ricerche del velivolo potrebbero potenzialmente essere estese ovvero dal Kazakistan, all’Oceano Indiano, fino all’Australia.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Un commento a Che fine ha fatto il Boeing 777 della Malaysia Airlines? In campo anche l’Fbi

  1. andrea Rispondi

    20 Marzo 2014 alle 8:52

    L aereo della Malaysia air e’ stato risucchiato accidentalmente in una manovra di jumpers che erano li vicini ..ora l aereo e’ in un altra dimensione ,………..the Malaysia plane that is missing since 10 days has been took, maybe by accident, in a dimensional jump by ufo aircrafts that was nearby ..now the plane is in another dimension …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *