Socialize

Venezuela, capo forze armate esclude possibile golpe militare

    di  .  Scritto  il  15 Aprile 2014  alle  6:00.

“Appelli sovversivi e irrispettosi” sono stati rivolti alla Forza armata nazionale bolivariana (Fanb) per rovesciare il presidente Nicolas Maduro: mosse intraprese “da ex capi militari che principalmente vivono all’estero e sottostimano la coscienza patriottica e costituzionale” dei militari “e della popolazione”. Lo ha detto il capo del Comando strategico operativo della Fanb, il generale Vladimir Padrino, in un’intervista rilasciata a Televen, intervenendo sulle proteste di piazza che dall’inizio di febbraio continuano a scuotere il  paese e che hanno provocato finora, secondo cifre ufficiali, 41 vittime e centinaia di feriti.venezuelamilitari

Padrino ha ricordato che il 25 marzo Maduro ha rivelato un presunto complotto ai suoi danni ordito da tre generali dell’Aviazione, su segnalazione di alcuni ufficiali; i tre sono stati arrestati ma non è stata ancora rivelata la loro identità. Uno dei tre, stando a Padrino, avrebbe confessato di aver aderito a un piano per rovesciare il presidente in cambio di un incarico importante “in un’eventuale transizione”: piano che secondo il generale è in realtà in atto spinto dalle proteste dell’opposizione che ha definito “un golpe continuato”.

Padrino ha quindi difeso la Guardia Nacional Bolivariana (Gnb, polizia militare), che fa parte della Fanb, descrivendola come “rispettosa dei diritti umani” nonostante “alcuni eccessi” nei confronti dei dimostranti: per questi “eccessi” 97 persone sarebbero finite sotto inchiesta, fra membri della Fanb e della polizia nazionale, per “trattamenti crudeli e torture”. Indagati che, ha aggiunto, “rappresentano solo lo 0,4% di tutta la forza pubblica che sta agendo contro la violenza”.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *