Socialize

Francia: Valls annuncia un piano di risparmio di 50 miliardi di euro

    di  .  Scritto  il  17 Aprile 2014  alle  6:00.

Il primo ministro francese Manuel Valls ha annunciato che gli stipendi dei funzionari pubblici non aumenteranno e che saranno congelate, fino ad ottobre 2015, le pensioni, salvo le più basse, e le prestazioni sociali, salvo le minime.franciavalls

“Non possiamo vivere al di sopra delle nostre possibilità”, ha detto ieri in conferenza stampa, ricordando che la spesa pubblica rappresenta il 57 per cento del Pil e che il deficit pubblico è passato dal 50 per cento del Pil nel 2002 al 90 per cento alla fine del mandato dell’ex presidente Nicolas Sarkozy, nel maggio 2012.

Ha confermato il programma di riduzione della spesa pubblica di 50 miliardi di euro negli anni 2015-2017 e che la Francia “onorerà i suoi impegno” per ridurre il debito pubblico. E questo, “non perché ce lo impone l’Europa, né per testardaggine o per ortodossia, bensì perché è la base della credibilità e della fiducia, perché è la base della nostra sovranità”.

Ha spiegato che nei prossimi trae anni lo stato diminuirà le sue spese di 18 miliardi di euro, e ciò grazie anche al congelamento dei salari dei funzionari pubblici.

Gli stanziamenti per le amministrazioni territoriali (regioni, dipartimenti e municipi) diminuirà di 11 miliardi di euro tra il 2015 e il 2017.

In questo periodo, i tagli alla sanità arriveranno fino a 10 miliardi di euro, “senza però pregiudicare la qualità dei servizi”, ha assicurato Valls.

Nel sistema di sicurezza sociale, lo stato risparmierà circa 11 miliardi di euro. In particolare, il congelamento interesserà le pensioni (2 miliardi di euro di risparmi), ma anche altre prestazioni (700 milioni di euro).

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *