Socialize

Afghanistan: licenziati migliaia di impiegati per presunte frodi elettorali

    di  .  Scritto  il  27 Maggio 2014  alle  6:00.

La Commissione elettorale dell’Afghanistan ha licenziato più di 5.000 dipendenti sospettati di essere coinvolti in frodi durante il primo turno delle elezioni presidenziali in questo paese, ha annunciato ieri in conferenza stampa il portavoce del comitato, Mohamad Yusef Nurestani.afghanistanelezioni3

Durante le tre settimane che hanno seguito il primo turno delle elezioni presidenziali, la Commissione è stata bersaglio di numerose critiche.
Il funzionario afghano ha detto che i nomi dei dipendenti accusati di frode sono stati inseriti in una “lista nera”. Pertanto, non saranno richiamati per il secondo turno.

Ha inoltre chiesto ai due candidati presidenziali, Abdullah Abdullah e Ashraf Qani, che hanno rispettivamente raggiunto il secondo turno con il 45 e 31,6 per cento delle preferenze, di smettere di accusarsi a vicenda di frode alle elezioni dello scorso 5 maggio.

Nurestani ha infine assicurato che gli sforzi della commissione per prevenire i casi di frode “non si limitano al licenziamento di alcuni dipendenti, ma vanno oltre (…) Cambieremo la legge elettorale attraverso le camere del parlamento”.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *