Socialize

Israele: fino a 20 anni di carcere per chi lancia pietre

    di  .  Scritto  il  3 Novembre 2014  alle  6:00.

Il governo israeliano ha approvato un inasprimento delle pene per coloro che lanciano pietre, che includono condanne fino a 20 anni di carcere. La decisione, annunciata nel weekend, arriva nel mezzo di un’escalation delle tensioni a Gerusalemme dovuta alle visite di ebrei ortodossi alla Spianata delle Moschee.palestinahebron

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha toccato la questione i giorni scorsi in sede di Consiglio dei Ministri e ha sottolineato che “Israele sta prendendo azioni vigorose contro i terroristi e coloro che lanciano pietre, bombe incendiarie, petardi e fuochi d’artificio”.

“Tutto questo ha lo scopo di riportare la calma e la sicurezza a Gerusalemme. Ho ordinato rinforzi e l’impiego di ulteriori mezzi al fine di garantire la legge e l’ordine nella capitale di Israele (…) Gli islamisti radicali stanno diffondendo false voci secondo cui staremmo tentando di danneggiare la moschea di Al-Aksa. Non permetteremo che ciò accada. Ci impegnano a mantener lo status quo”, ha aggiunto.

I palestinesi hanno a loro volta accusato Israele di negare il diritto all’autodeterminazione e di portare avanti una politica atta a

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *