Socialize

Medio Oriente: i petrodollari dei paesi del Golfo in sovvenzioni miliardarie

    di  .  Scritto  il  6 Novembre 2014  alle  6:00.

Sono più di 160 i miliardi di dollari (127 miliardi di euro) che ogni anno le monarchie del Golfo dispensano in sovvenzioni per l’energia e il carburante. Il dato è stato diffuso ieri dalla Banca Mondiale secondo cui questa cifra dovrebbe essere abbassata.ArabiaSauditaAbdullah-Bin-Abdul-Aziz-Al-Saud

Gli Stati del Golfo, titolari di un quinto circa delle riserve mondiale di greggio, destinano il 10% della ricchezza nazionale ai loro cittadini in forma di riduzioni per l’acquisto di energia e carburante.

Secondo uno studio della Banca Mondiale, i sei paesi membri del Consiglio di cooperazione del Golfo – Bahrain, Kuwait, Oman, Qatar, Arabia Saudita e Emirati Arabi Uniti – pur rappresentando il 5,5% della popolazione mondiale, da soli contano per il 48% del totale globale di sovvenzioni per l’energia. Se si allarga lo sguardo all’intera regione Mena (Medio oriente e Nord Africa) anche lraq, Iran e Algeria destinano il 10% del loro Pil alle sovvenzioni.

Questo fatto, sostiene la Banca Mondiale, ha effetti diretti sui bilanci di altri settori della vita del paese ovvero comporta diminuzioni di stanziamenti per istruzione e sanità generando allo stesso tempo un aumento del debito pubblico.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *