Socialize

Francia: attacco contro il settimanale Charlie Ebdo, caccia agli attentatori

    di  .  Scritto  il  7 Gennaio 2015  alle  14:24.

Sono almeno 12 i morti di un attacco compiuto oggi contro la redazione parigina del settimanale satirico Charlie Hebdo. Un attentato “di eccezionale barbarità” è stato il primo commento del capo di Stato francese Francois Hollande, che ha causato sette feriti (alcuni dei quali in critiche condizioni) e che ha visto la morte di alcune firme molto note del settimanale. Sono stati uccisi infatti i vignettisti Charb, Cabu, Tignous e Wolinski. Uccisi anche due poliziotti che erano intervenuti.charlieebdo

Secondo prime ricostruzioni, gli aggressori si sono fatti strada al grido di “Dio è grande” urlando di aver “vendicato il Profeta Maometto”. Questo aprirebbe la lettura di un attacco di matrice islamica. Dopo l’aggressione, gli attentatori – apparentemente in due – sono riusciti a salire a bordo di una utilitaria e a fuggire. Contro di loro si è intanto scatenata una gigantesca caccia all’uomo.

Charles Hebdo è un settimanale satirico che già in passato ha subito attacchi e ricevuto minacce anche per le sue vignette sull’islam; nel novembre del 2011 aveva subito un attacco incendiario proprio per una caricatura di Maometto.

La Francia in allerta già da settimane proprio per il timore di attacchi di questo tipo. La guardia era stata già alzata in seguito a due episodi avvenuti a Digione e Nantes dove due auto erano state lanciate in velocità contro passanti, e l’accoltellamento di un poliziotto a Tours.

Gli attentatori sembra stiano scegliendo ‘soft target’, obiettivi civili e indifesi, con l’apparente obiettivo di generare terrore.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *