Socialize

I sigari cubani tornano negli Stati Uniti, dagli States software e hi-tech

    di  .  Scritto  il  16 Gennaio 2015  alle  6:00.

Da oggi gli statunitensi potranno tornare a fumare sigari cubani. E’ questo uno dei primi effetti delle nuove regole sui viaggi e sul commercio tra Stati Uniti e Cuba, diretta conseguenza della recente riapertura di relazioni.cubasigaro

Gli statunitensi che si recheranno a Cuba potranno tornare a casa con alcol e tabacco prodotti nell’isola caraibica per un massimo di 100 dollari a testa.

Gli Stati Uniti a loro volta potranno più facilmente esportare cellulari e software informatici a Cuba oltre che fornire servizi internet a una popolazione che finora ha avuto un indice di penetrazione della rete tra i più bassi al mondo (circa il 5%).

Gli ultimi sviluppi precedono di qualche giorno i primi incontri ufficiali che si terranno all’Avana tra rappresentanze dei due governi. All’ordine del giorno ci saranno le discussioni per riaprire le rispettive sedi diplomatiche. Nei giorni scorsi Cuba ha invece rilasciato 53 prigionieri politici così come era stato chiesto da Washington. Più arduo sembra il cammino per sollevare l’ebargo cinquantennale che è imposto sull’isola; il presidente democratico Barack Obama avrebbe infatti bisogno dell’avallo del Congresso che è però controllato dai repubblicani.

 

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *