Socialize

Giornata dell’Africa, l’energia per una crescita sostenibile

    di  .  Scritto  il  28 Maggio 2015  alle  6:00.

“L’Africa vuole entrare in un processo di sviluppo mondiale, passando da produttore di materie prime a parte del processo produttivo del mondo. In questa luce uno dei settori che si presta meglio a possibili partenariati è quello dell’energia”: lo ha detto ieri il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, nel suo intervento alla conferenza “Il ruolo dell’energia per una crescita sostenibile in Africa”, organizzato alla Farnesina in occasione della Giornata dell’Africa 2015.unioneafricana

Secondo Gentiloni quello dell’energia è il settore che forse più di tutti può generare migliori condizioni di vita per i cittadini africani, ma è anche quello che si presta meglio a possibili partenariati nell’ambito dell’iniziativa Italia-Africa.

In Africa, è stato ricordato, vive quasi la metà del miliardo e 300 milioni di persone al mondo ancora prive di accesso all’energia elettrica.

“L’Italia, impegnata a cooperare in questo ambito, sostiene pienamente l’iniziativa del segretario generale Onu ‘Sustainable energy for all’, che si pone tre obiettivi per il 2030 – ha ribadito il ministro -: assicurare l’accesso universale ai servizi energetici tecnologicamente moderni, raddoppiare il tasso di efficienza energetica, raddoppiare la percentuale di energie rinnovabili all’interno del mix energetico globale”.

La conferenza ministeriale sull’Energia, che si è tenuta a Roma il 13 e 14 ottobre dello scorso anno ha visto la partecipazione di 33 paesi africani e “ha consentito di avviare più intensi rapporti con stati subsahariani, guardando alle prospettive d’investimento nella produzione di energia elettrica e allo sviluppo di reti delle trasmissioni rinnovabili“ ha detto il ministro.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *