Socialize

Stati Uniti: Miami e la Florida, patria di frodi e ‘vita facile’

    di  .  Scritto  il  31 Luglio 2015  alle  6:00.

Hai bisogno, urgente, di una patente falsa? Una dichiarazione dei redditi ‘taroccata’? Soldi del premio assicurativo ottenuti con un incidente mai avvenuto? Questa e altre tipologie di ‘servizi’ – ci informa il quotidiano conservatore in lingua spagnola El Nuevo Herald – sono facilmente disponibili nel soleggiato sud in Florida. Da quando i primi coloni si avventurarono attraverso le fitte mangrovie drenando gran parte degli acquitrini della penisola la regione è diventata sinonimo di “affari loschi e truffe”, racconta il giornale, elencando i tre ‘santuari’ della corruzione: Miami-Dade, Broward e Palm Beach sono state ‘snobbate’ dai sanguinari boss della droga che imperversano in altri lidi, diventando le prescelte dei ladri di banche, amministrazioni locali, negozi, con una particolare predilezione per le identità rubate e i falsi certificati medici.Miami_Florida

Criminali creativi che si cimentano, anche, con lotterie fittizie, matrimoni combinati per ottenere un visto, frutti di mare di seconda scelta commercializzati come se fossero di prima, incendi dolosi e finanche la vendita di latticini stranieri di pessima qualità presentati come prodotti locali al ‘top’. Insomma è ormai assodato che il sud della Floria sia diventata la patria della “fregatura” a vasto raggio negli Stati Uniti, sebbene le autorità locali non sappiano offrire un almeno apparente logica spiegazione.

Sarà il clima mite che conduce al lassismo? Per questo i truffatori si sono trasferiti in massa proprio qui? È forse perché la Florida è notoriamente ‘accogliente’ con le varie etnie e ogni popolo sembra riuscire a trovare proprio qui, grazie a funzionari e poliziotti conniventi, il suo ‘milieu delinquenziale’ con estrema facilità? “Qualsiasi frode sembra sempre iniziare proprio qui” commenta sconsolato un agente della divisione di investigazioni penali dell’Internal Revenue Service (IRS), unità (disperatamente) attiva sul territorio.

Il trend più popolare, al momento, sembra essere il furto di identità, accompagnato dall’evasione fiscale. Secondo la Federal Trade Commission (FTC), la Florida è in testa in queste ‘specialità’ con 193 ‘appropriazioni indebite di generalità altrui’ su 100.000 abitanti: nulla, al confronto, con i numeri della sola Miami e dintorni che hanno accumulato 340 denunce ogni 100.000 residenti solo nel 2015. E anche con il fisco non si scherza: stando a un rapporto del Dipartimento del Tesoro, il numero delle dichiarazioni dei redditi ‘irregolari’ in Florida è 46 volte più alto che nel resto dell’intera Unione.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *