Socialize

Libia: la Lega Araba a sostegno della mediazione Onu e contro l’Isis

    di  .  Scritto  il  19 Agosto 2015  alle  6:54.

Riunita ieri in sessione straordinaria al Cairo, la Lega Araba ha autorizzato i paesi membri a fornire supporto al governo libico (quello riconosciuto dalla comunità internazionale con sede a Beida e Tobruk) nella lotta al terrorismo. La riunione era stata convocata in seguito all’espansione dell’Isis nel paese e alla caduta in mano jihadista della città di Sirte; la decisione presa al Cairo, secondo i media libici, non corrisponde però a quelli che erano gli auspici del governo libico, il quale aveva chiesto raid aerei contro le postazioni nemiche.legaaraba2

“L’aviazione libica – ha detto ieri il ministro degli Esteri Mohamed al-Dairi – non è in grado di colpire l’Isis a Sirte”. Nel comunicato finale, la Lega Araba ha anche chiesto a tutte le parti libiche di sostenere il processo di dialogo politico mediato dalle Nazioni Unite e di formare quanto prima un governo di unità nazionale. Attualmente il paese è retto da due governi de facto che a loro volta non controllano l’intero territorio nazionale.

Tra i paesi arabi i più inclini a fonire aiuto militare sono sembrati Egitto, Giordania ed Emirati Arabi Uniti; Algeria e Qatar si sono invece opposti a qualunque intervento militare esterno.

Sul campo, l’Isis ha dimostrato un certo dinamismo militare conducendo attacchi a derna e a Bengasi. Nel primo caso sono stati respintin dai mujahidin che controllano la città e che in precendenza li avevano espulsi. A Bengasi il gruppo jihadista è riuscito ad occupare diverse zone prima di subire la controffensiva dell’esercito.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *