Socialize

Dopo ebola si apre l’emergenza Zika, ma questa volta l’epicentro è il continente americano

    di  .  Scritto  il  29 Gennaio 2016  alle  6:00.

Fra tre e quattro milioni: tante potrebbero essere le persone infettate da Zika nel continente americano. A sostenerlo è stata l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) aggiungendo che il livello d’allarme su questa infezione causata dalla puntura di una particolare zanzare già nota per la trasmissione della dengue è stato elevato. A fornire il dato è stata il direttore generale dell’Oms, Margaret Chan.paraguaydengue

La Chan ha aggiunto che la sua organizzazione ha creato un gruppo di lavoro incaricato di seguire gli sviluppi della situazione e ha annunciato una riunione che si terrà lunedì nel corso della quale si deciderà se trattare Zika come un’emergenza globale o meno. L’ultima volta che è stata dichiarata un’emergenza globale è successo con ebola, il virus emorragico che ha colpito in particolare tre paesi dell’Africa occidentale (Guinea, Liberia e Sierra Leone).

Zika è stata individuta la prima volta in Uganda nel 1947, mentre i primi casi registrati in America latina risalgono a maggio dello scorso anno in Brasile. Gli effetti, ancora in realtà da dimostrare pienamente, riguardano la possibilità che il virus abbia conseguenze sulle donne incinte e sui feti con microcefalie e rare malattie nervose come la sindrome Guillain-Barre.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *