Socialize

Libia: islamisti in difficoltà, a Bengasi offensiva vittoriosa dell’esercito

    di  .  Scritto  il  24 Febbraio 2016  alle  6:00.

Forze leali al governo di Tobruk (riconosciuto da una larga parte della comunità internazionale e contrapposto a quello stabilito a Tripoli) hanno ripreso ieri il controllo di alcune zone chiave di Bengasi, la seconda città della Libia. Secondo notizie riferite da fonti locali, i militari hanno ripreso Sabri e l’area vicina a Suq al-Hout, riconquistando in questo modo l’intera area centrale della città. L’Isis e Ansar al-Sharia sono adesso confinate in tre quartieri a sud-ovest della città: Gwarsha, Garayunis e Gamhouda.libiatraining

In città la tensione resta comunque alta, numerosi sono i posti di blocco e gli scontri risultano ancora in corso. L’offensiva vittoriosa sarebbe stata facilitata dall’arrivo di rinforzi da Zintan e da Tobruk. E’ stata inoltre riaperta al traffico l’autostrada di Leithi fino a pochi giorni fa considerata pericolosa per la presenza di cecchini.

In un altro episodio del complesso quadro libico, le forze dei mujahidin di Derna hanno respinto un tentativo dell’Isis di infiltrarsi in città; a sostegno dei mujahidin sarebbero intervenuti elicotteri dell’esercito (nonostante tra le due parti non sia stabilita una formale collaborazione). Altri scontri hanno coinvolto presunti membri dell’Isis a Sabrata, vicino Tripoli.

Ai progressi sul campo non sono corrisposti progressi sul piano politico. Ieri, ancora una volta, il parlamento di Tobruk non si è accordato per un voto di fiducia al governo di unità nazionale sostenuto dall’Onu e il voto è stato rinviato perché mancava il quorum. Il fatto è stato condannato dall’inviato dell’Onu nel paese, il diplomatico Martin Kobler.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *