Socialize

Gran Bretagna: Premier, la vittoria della passione e dei ‘poveri ma belli’ del Leicester

    di  .  Scritto  il  4 Maggio 2016  alle  6:00.

Il povero Leicester ha vinto la Premier League. Il più ricco Tottenham ha provato a rubare la scena fino alla terzultima giornata, mentre il ricchissimo Chelsea si era fermato da tempo, dimenticando i fasti dello scorso anno e perfino la zona Champions. Per una volta, alla classifica dei paperoni del campionato inglese non è corrisposta una analoga graduatoria nel tabellone finale.Leicester

La premier è andata a una squadra che per la stagione in corso ha investito in stipendi un totale di 48,2 milioni di sterline occupando la 17ma piazza sulle venti squadre in corsa. Il primo posto, considerando la somma degli stipendi dati ai giocatori, è andato al Chelsea che, appunto, attualmente occupa il nono posto in campionato.

Se il Chelsea ha speso la bellezza di oltre 215 milioni di euro, il Tottenham ne ha spesi 110 (sesto posto), preceduto da squadre come Manchester United (203 milioni), Manchester City (193), Arsenal (192), Liverpool (152).

Così è normale che faccia impressione vedere la squadra allenata da Claudio Ranieri vincere la  lega sportiva professionale più ricca del mondo con un monte stipendi ‘da ridere’. A vincere, oltre a Ranieri e alla sua squadra, sono stati il calcio e la passione. E, per una volta, a perdere è stato il dio denaro.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *